I risultati

Si sono svolti ieri a Busto Arsizio i Campionati Italiani Assoluti di Duathlon Sprint che hanno visto al traguardo ben 473 uomini e 105 donne.

Il tracciato podistico era strutturato su un anello di 2,5 km da ripetere due volte nella prima frazione e 1 sola vola nell’ultima; la frazione ciclistica era caratterizzata da ben 32 curve, un percorso tecnico che ha impegnato i duatleti a fondo, anche per il via di un insistente vento.

Le prime a partire, alle 12.45, sono state le donne. Al via tra le altre anche la campionissima Laura Giordano, che domenica 30 marzo aveva brillantemente chiuso la maratona di Treviso in seconda posizione (a Milano a fine 2007, al suo esordio sui 42k, fu quarta).
La pesarese ha fatto sin dai primi metri gara a sé: è scappata via a piedi, ha incrementato il vantaggio in bici e ha consolidato la vittoria negli ultimi 2,5 km. Un trionfo per la portacolori della Silca Ultralite che si aggiudica così l’ennesima maglia tricolore di duathlon.
Alle sue spalle, un’ulteriore conferma per la siciliana del TD Rimini Maria Alfonsa Sella: la campionessa italiana di triathlon “iron”, titolo vinto nel 2007 a Marina di Campo, sede dell’Elbaman, si è presentata in T2 in compagnia di altre due protagoniste, Ljudmilla Di Bert e Annamaria Mazzetti.
La lotta a tre per il podio ha premiato Sella, seconda e la campionessa italiana di duathlon a squadre Di Bert (Triathlon Cremona Stradivari), terza, mentre la giovane Mazzetti (Friesian Team) si è dovuta accontentare del quarto posto. Ennesima convincente prova per la Master di Ferro Laura Mazzucco (Alba Triathlon), quinta; alle sue spalle la Junior Giussani, quindi Cibin, Serena, Pallaro e Pederzoli.
Alle 13, un quarto d’ora il via femminile, è partita la gara maschile che ha visto nella prima frazione un trio tentare la fuga: in testa Matteo Pigoni (Energytri) seguito da Alessio Picco e Massimo De Ponti, con il gruppo degli inseguitori a una ventina di secondi.
A cercare di colmare il gap con i primi anche il neocampione italiano a squadre Alessandro Alessandri, “capitano” del TD Rimini, vittima di una foratura (non è stato il solo nella giornata) nella frazione ciclistica che l’ha tagliato fuori dalla lotta per la vittoria.
In bici, De Ponti e Picco sono partiti decisi e hanno guadagnato secondi preziosi, dietro il gruppo ha tentato il ricongiungimento senza riuscire a rientrare. Sono riusciti invece a scattare e riagganciare i battistrada Massimilano Sansone e Fausto Dotti, in T2 è arrivato dunque un quartetto.
De Ponti è stato fulmineo a uscire dalla zona cambio e da subito si è avvantaggiato guadagnando preziosi metri sugli inseguitori. E il giovane carabiniere è poi riuscito a mantenere il margine su Picco, secondo, e Dotti, terzo. Quarto Sansone, quinto Pigoni, primo degli inseguitori, mentre dal 6° al 10° posto sono arrivati racchiusi in 5″! Nell’ordine, Stefani, Guidelli, Oriana, Torsani e Secchiero.

Tra i tanti atleti al via anche i ragazzi del Riviera Triathlon 1992 che hanno affrontato la gara come rifinitura per il prossimo campionato italiano giovanile di Marina di Pisa del 27 Aprile.

Il migliore è risultato essere Matteo Terzano che ha chiuso la gara in 1h 03’50” al 284° posto (10° cat. Junior), seguito da Andrea De Franco ed Andrea Antellini, rispettivamente 358° in 1h06’05” (9° cat. allievi) e 374° in 1h06’52” (10° cat. allievi). Ritiro, purtroppo, per Marco Dolzan che ha patito i ritmi di gara imposti all’ inizio ed è stato assalito dai crampi.

Nelle categorie Master ottimi risultati per Marcello Striglioni e Vittorio Colombo, rispettivamente 201° in 1h00’16” (5° cat. M3) e 3° cat M6 in 1h18’44”.

Tra i senior buone prove per Matteo Biancheri 229° in 1h01’48” e Daniele Moraglia 280° in 1h03’43”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.