Mezza Maratona di Imperia

Era una mattina buia e tempestosa quando la TriathletMobil con a bordo Franco Lupi, Enrico Ingenito e Paolo Mostardini arrivava alle 07.15 alla piscina di S. Martino.

Sotto la pensilina, con la pioggia che li frustava c’erano, con faccia assonnata, Giuliano Monza, Paolo Piccone, Marco “Forbi” e Meo.

Una strana espressione si disegnava sui loro volti all’arrivo della TriathletMobil che sparava dalle casse a palla la “Cavalcata delle Valkirie” per la gioia dei vicini! Dopo vari convenevoli ed insulti tutti prendevano posto e restavano in attesa della Micol’s Family.

Giunta anche quella, stile carovana, si partiva alla volta d’Imperia per sondare i propri limiti nella 1/2 Maratona. Arrivati sul luogo di gara, dove già aspettava Michele Nieddu, si espletavano le formalità d’obbligo(ossia tutti in bagno!!!), si ritirava paccogara e numero e…pronti ai posti VIA!!! Subito Paolo Piccone prendeva il largo con ritmo e stile da “son guarito dall’ennesima tendinite”, dietro il “Forbi” ed a seguire la simpatica coppia dei nostri sanitari, intesi come medici e non come arredo bagni, che correvano gomito a gomito fino alla fine. Enrico, alla sua prima mezza teneva un ritmo intelligente cercando di concludere senza strafare, Micol, Paolo Mostardini e Meo combattevano nelle retrovie con gli Elementi Atmosferici. Gara muscolosa, con sali e scendi inaspettati, resa dura dalla pioggia incessante e con terreno a tratti viscido. Il tempo personale ottenuto in questa gara ha un bel valore atletico e morale.

Al traguardo giungeva per primo Piccone con 1h 33′ 13″  seguito da Michele Nieddu in 1h 37’12” e da Marco “Forbi” in 1h 43′ 54″, a 200 metri dalla fine provava la volata Franco Lupi che, causa gastrite da stress, iniziava a vomitare stile “bambina dell’esorcista”, di questo aprofittava Giuliano Monza che concludeva in 1h 44′ 30″ davanti di 8″ a Franco. Sotto il Diluvio Universale arrivava Enrico in 1h 51′ 33″, Meo in 1h 54′ 14″, Paolo 1h 56′ 35″ e Micol in 2h 04′.

Successivamente la compagine sanremasca si distingueva al pasta-party, ben organizzato ed abbondante, dove fra sardenaira, focaccia e Parmigiano ricaricavano le batterie. Per spirito di gruppo la doccia veniva fatta tutti insieme andando fino al parcheggio a ritirare la macchina sotto la pioggia.

Franco Lupi

Press Riviera Triathlon 1992

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.