MilanoPavia

Era il lontano 1979 e in quel di viale Liguria a Milano un gruppo consolidato di amici con la comune passione della corsa amatoriale si pose una semplice domanda: perché non costituiamo un gruppo sportivo per poter stare più spesso insieme e divertirci praticando lo sport che noi tutti amiamo?

Nacque così quel giorno il gruppo sportivo Trottapian così denominato allegramente e ironicamente poiché composto non certo da grandi campioni ma da puri e semplici appassionati della corsa libera.

Con il passare del tempo il gruppo Trottapian, che nel corso degli anni aumentava sempre più il numero dei partecipanti alla propria attività agonistica, decise che, anziché organizzare una volta all’anno la solita corsetta di quartiere come facevano del resto anche tanti altri gruppi sportivi, era giunto il momento di provare ad organizzare una corsa vera e diversa.

Nasce così nel 1983 la “Milano – Pavia, una corsa da amare”.

Il percorso semplice e lineare si snoda lungo l’alzaia del Naviglio Pavese con partenza dalla Darsena di Milano e arrivo in corrispondenza del bellissimo Ponte Coperto di Pavia; la distanza anomala di Km 33 la rende praticamente unica nel suo genere ma nello stesso tempo la rende ancor più affascinante poiché rappresenta una sfida con sé stessi; il percorso, forse un po’ noioso perché l’itinerario è sempre diritto lungo l’alzaia, mette a dura prova non solo il fisico ma anche lo spirito agonistico di ogni partecipante combattuto con se stesso in questa sfida tutta sua.

E’ per questo che la ” Milano-Pavia” è una gara da amare oppure da odiare perché sembra che il Naviglio non finisca mai e che Pavia là in fondo non arrivi mai.

Dal 2010, siccome il Naviglio Pavese non era sufficientemente lungo, gli organizzatori hanno deciso di aggiungere un lungo tratto del Naviglio Grande creando anche la distanza della maratona di Km 42,195 con partenza dal Parco delle Cave ed arrivo a Pavia in comune con la 33K.

Per il Riviera Triathlon 1992 ha partecipato alla 42,195 Km Massimo Fusi, che ha concluso 188° in 3h 45′ 58″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.