Fabio Bochicchio ci racconta il suo primo Olimpico

“Per l’esordio sulla distanza olimpica cercavo una gara ad altimetria zero per “saggiare” la distanza e capire come poteva reagire la mia “pellaccia”. Devo dire che ha reagito bene, nonostante già dai primissimi chilometri in bici mi sia apparso fin troppo evidente che avrei dovuto faticare non poco. Chiudevo infatti la frazione in bici con 35 km/h di media, anche grazie al prezioso aiuto del “Doc” Monza, prima, e del prode Borfiga, poi.
La frazione di corsa, svoltasi per gran parte nella pineta di Marina di Pisa tra sabbia, radici e pietre si è rivelata un buon ostacolo visto anche lo sforzo fatto in bici. Due giri belli e duri, durante i quali ho potuto vedere da vicino la differenza di prestanza atletica tra me e i veri atleti. Vabbè…
Devo dire che tagliare il traguardo dopo 2h e 37’ di sforzo mi ha fatto un certo effetto. Solo pochi mesi fa non ci avrei scommesso un solo centesimo!

Soddisfazione ancora più grande è stata ricevere un abbraccio sul traguardo da un Vero Sportivo quale è il Dott. Giuliano Monza. Giù il cappello.

Nota di merito finale all’organizzazione dell’evento, veramente curata nei minimi dettagli. Un esempio su tutti: percorso di gara integralmente chiuso al traffico.

Non poteva esserci competizione migliore per l’esordio!”

4 thoughts on “Fabio Bochicchio ci racconta il suo primo Olimpico

  1. Mi auguro che molti altri seguano il tuo esempio, mi sembra che tra vecchia, media e giovane guardia il morale stia tornando alto e buono.

    Ragazzi, continuate così!!! E caro Doc, continua a incoraggiare tutti come tuo solito, sei mitico…

  2. Racconto strappalacrime ed a tratti commovente!!!….eran trecento…eran giovani e forti…e son morti!!!….DAI CAXXO!!!!!!….MITTTTTICO!!!!….ed ora tutti a Recco!!!

  3. Bella gara davvero quella di Marina di Pisa!
    Complimenti ancora a tutti i partecipanti del Riviera e un bravo speciale a Fabio per il primo dei suoi tanti futuri olimpici.
    Grande Paolo Borfiga ” de noantri ” e super ( ma non c’erano dubbi ) Matteo Biancheri.
    Se tutto continua a funzionare cosi’ faro’ triathlon fino a….anni.
    Un abbraccio a tutti.
    Doc. Giuliano Monza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.