Complimenti a Massimo e Franco, i nostri finisher di Barcellona

Se nel 2007 me lo avesse detto, non ci avrei creduto…

Nel 2007, fuori dalla Piscina Comunale di Sanremo, mi si presenta un signore, molto simpatico, dalla parlantina facile, di bell’aspetto. Era Franco Lupi, rispettoso oculista di Sanremo, che presentato dal mitico Doc Monza, mi chiede di entrare a far parte della squadra, come atleta!!! Mi chiede i riferimenti, le principali informazioni e io, incuriosito da tutti coloro che all’alba dei 47 anni vogliono cimentarsi nella triplice, di rimando gli chiedo da quale sport provenisse. Risposta del tutto inaspettata, dall’ippica!!!

E io, gliene mandiamo tanti all’ippica, per una volta gliene rubiamo uno!!!

Franco, iniziati gli allenamenti, debutta nello sprint di Fossano e da li non ferma più. Sprint, olimpici, medi, gare di corsa su strada e di ciclismo, sino ad arrivare a iscriversi e poi preparare e portare a termine l’Ironman.


Ai nastri di partenza dell’Ironman di Barcellona anche Massimo Fusi, di Milano, presentato alla nostra società da Ezio Montecucco e legato alla nostra provincia da molto tempo per “scappare” appena possibile dalla frenesia della City.

Per Massimo è l’ennesima sfida portata a casa. Ironman, maratone e gran fondo sono pane per i suoi denti, le gare lunghe una gran soddisfazione.


Franco, Massimo e molti altri (Roberto Trucco, ndr), sono la dimostrazione che con la passione, la dedizione, la costanza e la serietà, amalgamati con il divertimento e un ottimo gruppo di amici e compagni di allenamento, si possono raggiungere traguardi importanti.

Questo è ugualmente valido per quella gara che tutti i giorni corriamo, che è la vita.


Per la cronaca ieri si è svolto a Barcellona, l’Ironman, la gara che ha dato inizio alle Hawaii alla triplice, 3,8 Km di nuoto; 180 Km di bici senza scia; 42,195 Km di corsa. Quasi un migliaio i finisher.

Il nostro Massimo Fusi ha terminato 588° in 12h 34′ 36″; Franco Lupi ha concluso 727° in 13h 39′ 59″.


A dispetto di quanto molti possano pensare, il triathlon è per i ragazzini tra gli 8 e i 120 anni; è per uomini e donne; è per chi ama le sfide; è per chi vuole confrontarsi con se stesso e con altri; è per chi ama vivere all’aria aperta, a contatto con la natura. Insomma, il triathlon è per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.