Ecco il triathlon per Paolo Borfiga

Riscuote successo la nuova iniziativa che coinvolge i nostri tesserati e i temi arrivano incessanti. Il prossimo è del nostro mitico Avvocato Paolo Borfiga.


Il triathlon è uno sport multidisciplinare individuale e una specialità olimpica maschile e femminile. È articolato su tre prove che si svolgono in immediata successione e sono – sia pure basate su diverse distanze a seconda della categoria – comuni a tutti gli atleti: nuoto, ciclismo e corsa.

Esatto. Risposta da 30 e lode, ma siccome all’università, per fortuna o purtroppo, i 30 e lode li prendevano gli altri credo che si possa scrivere qualche cosa in più.

Il triathlon è un grande contenitore di persone che provengono dalle più disparate espressioni sociali e dalle più variegate esperienze sportive.
Chi arriva dal nuoto, chi dalla corsa a piedi, chi dal ciclismo (i peggiori e più invasati), chi da qualsiasi altro sport, praticato l’ultima volta 10 anni prima, e chi arriva dal niente (di solito in poco tempo diventano peggio degli ex ciclisti).

Lo praticano tutti: fanatici del cronometro, atleti, geometri, medici, avvocati, parrucchieri, commercianti, imprenditori, studenti, belle signore, uomini sovrappeso, ex ciclisti, bancari, donne che sembrano uomini, uomini che si spalmano di vasellina, amanti della natura, hippie mancati, dislessici, autistici e agnostici.

Lo si pratica perché: fa bene alla salute, è divertente, si pratica all’aria aperta, si fa in compagnia, si conoscono molte persone (quasi mai completamente normali – vd. elenco sopra), stimola il senso agonistico, fa regredire allo stato adolescenziale, fa sentire forti, fa sentire parte di un gruppo selezionato, permette di spendere un sacco di denari inutilmente, permette di visitare città e paesi sconosciuti (Osiglia???… Mergozzo???…. Candia???… etc.), evita la spesa dello psicanalista, e ci fa sentire più belli.
– e tu che sport fai?…
– io?… io faccio triathlon…
– Ma va??
– Beh certo
– E tu?…
– Beh io vado in palestra…
– (ihihihih!!!)…va beh… ciao eh… io vado a correre che mi aspettano al mare!!!

Queste poche righe, ovviamente, servono a definire “il mio triathlon” che è pieno di amici, di viaggi improbabili verso mete inusuali dove si celebrano con riti pagani sagre sportive, con l’unico scopo di cambiarsi, vestirsi con le tutine da supereroi, e buttasi in acqua sotto gli occhi di una miriade di spettatori attoniti che confidano alla moglie, sorreggendo un vassoio di pasticcini in mano, che è uno sport che può praticare solo una ristrettissima elite di persone e che, quando era giovane lui, non esisteva ancora, perché altrimenti…..– “dai cara ora però andiamo che tua madre ha fatto il brasato al barolo!!”-.

Insomma, che cosa volete di più??!!!

Prendete la mountain bike che avete sul terrazzo, con le ragnatele sopra, che non serve solo per appoggiarci sopra i vasi di fiori, andate in un negozio di sport, comprateVi un paio di scarpe da corsa, tiratele fuori dal sacchetto (e non riponetele nell’armadio), appoggiatele sulla spiaggia, infilatevi il costume più antiestetico che avete, gettatevi in acqua e nuotate, nuotate, nuotate, nuotate, uscendo dall’acqua avrete una strana e piacevole sensazione di giramento di testa (quasi come la sera tardi quando Vi soffermate all’aperitivo lungo), passa subito!!! …salite in bici, e pedalate, pedalate, pedalate, tornate alla base, gettatela in un angolo (tanto chi ve la ruba??), infilateVi le vostre nuovissime e fiammanti scarpe da corsa, e correte, correte, correte!!!… alla fine ci si sente veramente bene!!!… e in fondo c’è sempre un amico molto più veloce di Voi (maledetto!!!) che Vi aspetta.

One thought on “Ecco il triathlon per Paolo Borfiga

  1. Eheheh hai centrato le motivations , certo che ,come dicono le nostre mamme : ma alla vostra eta’ ???…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.